Spese necessarie per il mantenimento

Tag 28 Aprile 2018  |
(5,00 su 5)
Loading...

Sovraindebitamento: le spese necessarie del debitore e della famiglia

La procedura per il sovraindebitamento permette di individuare le spese necessarie per il mantenimento del debitore e della relativa famiglia, al fine di stornarle dalla massa patrimoniale messa a disposizione dei creditori.

In tal modo si garantisce al debitore la possibilitĂ  di mantenere una base economica e sociale che permetta effettivamente, a lui e la sua famiglia, di poter ripartire e reinserirsi nella societĂ .

Chiaramente all’interno delle spese necessarie dovranno inserirsi solo quelle che appaiano ragionevoli in relazione alle necessitĂ  primarie del nucleo famigliare.

L’elenco delle spese correnti per il sostentamento

La normativa prevede espressamente la necessitĂ  di fornire un elenco specifico delle spese correnti del debitore e la sua famiglia.

L’art. 9 della Legge 3 del 2012, prevede espressamente:

Unitamente alla proposta devono essere depositati l’elenco di tutti i creditori, con l’indicazione delle somme dovute, di tutti i beni del debitore e degli eventuali atti di disposizione compiuti negli ultimi cinque anni, corredati delle dichiarazioni dei redditi degli ultimi tre anni e dell’attestazione sulla fattibilità del piano, nonché l’elenco delle spese correnti necessarie al sostentamento suo e della sua famiglia, previa indicazione della composizione del nucleo familiare corredata del certificato dello stato di famiglia.

Pertanto, insieme agli altri documenti, il debitore dovrĂ  fornire anche l’elenco suddetto con l’indicazione specifica delle spese correnti.

Quali sono le spese necessarie per il sostentamento

Le spese necessarie sono limitate a consentire l’andamento economico regolare del nucleo famigliare.

In questo modo, il legislatore raggiunge due finalitĂ : da un lato, il debitore riesce effettivamente a mantenere una dignitĂ  sociale e poter reinserirsi nel tessuto socio-economico; dall’altra, si “garantisce” il regolare decorso del piano di rientro concordato con i creditori o altra forma liquidatoria prevista per il soddisfacimento dei debiti. 

Seguendo un schema esemplificativo possiamo ritenere necessarie:

  • spese per utenze domestiche (gas, luce, acqua e similari);
  • spese per i trasporti in funzione dell’attivitĂ  lavorativa svolta e le necessitĂ  della famiglia (costo abbonamento treno; costo carburante, assicurazione, bollo e similari);
  • cibo, spese personali e spese mediche, in relazione alle condizioni cliniche dei soggetti nello specifico;
  • spese affitto, condominio e connesse;
  • istruzione e affini

Evidente che la quantificazione delle spese deve rientrare all’interno degli standard ordinari. Difatti, l’elenco predetto sarĂ  oggetto di vaglio da parte del Giudicante al fine di valutare la fattibilitĂ  e congruitĂ  della proposta formulata dal debitore.

La quantificazione delle spese per il mantenimento

Un utile strumento per avere dei parametri di riferimento è fornito dall’ISTAT.

L’istituto nazionale di statistica fornisce delle tabelle specifiche sulla calcolo condizioni economiche famiglie e spese necessarie per il mantenimentocondizione economiche delle famiglie.

Tramite le suddette tabelle è possibile personalizzare la ricerca ed ottenere dei parametri specifici.

Ad esempio se l’istante per la procedura di sovraindebitamento risiede a Milano avrĂ  un coefficiente diverso rispetto ad un soggetto in condizioni analoghe residente in Sicilia.

La ricerca puntuale ci permetterĂ  di fornire al Giudice il reddito netto medio del soggetto secondo le statistiche dell’ISTAT.

Laddove, tenendo conto della situazione specifica del debitore, le spese elencate rientrino all’interno degli standard calcolati, il Giudice potrĂ  serenamente formulare un giudizio prognostico favorevole e congruo.

Altro strumento utile per valutare la coerenza delle spese necessarie per il mantenimento è la tabella di calcolo della calcolo soglia di povertà assolutasoglia di povertà assoluta.

Il parametro di soglia di povertĂ  assoluta rappresenta il valore monetario, a prezzi correnti, del paniere di beni e servizi considerati essenziali per ciascuna famiglia.

La tabella varia in funzione del nucleo familiare, etĂ  dei componenti e posizione geografica.

Tale soglia indica al Giudice un valore che non deve essere superato al fine di non pregiudicare il regolare andamento familiare e la condizione del debitore.  

Tramite il modulo sottostante è possibile contattare lo studio legale di riferimento al fine di avere un parere sommario o un breve consulto sulla propria problematica.
La compilazione e l'invio dello stesso non comporta alcun onere o spesa da parte del richiedente.
Dopo aver ricevuto il parere preliminare, laddove vi siano i presupposti, l'utente potrĂ  decidere liberamente se affidare o meno la propria posizione allo studio legale di competenza.
CordialitĂ .
Nome :
Cognome :
CittĂ  :
Provincia :
Telefono :
E-mail :* il riscontro verrĂ  fornito tramite mail

Oggetto :

Vi contatto per esporre quanto segue:

* tutti i campi sono obbligatori

Accetto le condizioni per l'utilizzo del servizio ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali in conformitĂ  alle finalitĂ  di cui all' Informativa sulla Privacy.

feedback
I Feedback dei nostri clienti